La pagina dei consigli

Smaltimento Rifiuti Elettrici | Stoccaggio Rifiuti All’aperto | Smaltimento Rifiuti Officina | Delca Ecologia | La pagina dei consigli

La pagina dei consigli

Smaltimento Rifiuti Elettrici | Stoccaggio Rifiuti All’aperto | Smaltimento Rifiuti Officina | Delca Ecologia | La pagina dei consigli

La pagina dei consigli

Indumenti protettivi e filtranti

Per la prima gestione dei rifiuti derivanti da dispositivi di protezione individuale quali; mascherine, guanti, calzari e tute usa e getta utilizzati in ambienti di lavoro quali artigiani, officine e carrozzerie consigliamo di conservare in sacchi di nylon i prodotti utlizzati. Una volta riempito il contenitore sigillare con del nastro adesivo e etichettare con la dicitura  rifiuti speciali, indumenti protettivi esauriti. Il rifiuto lo possiamo ritirare con codice CER 150202* indumenti protettivi esauriti, il rifiuto considerato in via cautelativa speciale pericoloso .
Attenzione! sono esclusi da questo codice, la provenienza ospedaliera e sanitaria o di soccorso in genere che devono avere un altro tipo di  gestione come indicato dalla circolare n° 5443 del 22 febbraio.
Ordinanza Regione Liguria n° 29/2020 (scarica pdf)

   
Registro cartaceo  di carico e scarico rifiuti

  • Il registro dev’essere vidimato presso le Camere di Commercio di competenza con versamento di € 25,00  ( tramite appuntamento con gli uffici preposti della CCIAA )
  • Non può essere registrato nessun movimento antecedente alla data della vidimazione.
  • Quando si completa un registro ed inizia uno nuovo, la numerazione progressiva continua, esempio: il registro esaurito con il movimento progressivo n° 400  dovrà proseguire con il n° 401 sul registro nuovo.
  • Ad inizio anno, quindi dal 01 gennaio, il suggerimento è di ricominciare dal numerola movimentazione, semplicemente per non dover riportare nel corso del tempo cifre molto alte.
  • In caso di errore NON utilizzare gomme per cancellare, "bianchetti" per ricoprire  o sovrascrivere sull’ errore  maannullare con una riga sopra il dettaglio sbagliato  e riscrivere vicino l’esatta indicazione.
  • Le registrazioni delle quantità  devono essere annotate in KG,  se non si ha la possibilità di quantificare in kg. indicare il volume del rifiuto,  al momento dello scarico chiedere al trasportatore il peso verificato in kg. e indicarlo nello spazio previsto.  Perchè in kg. ? Semplicemente perchè il Mud, cioè la dichiarazione annuale dei rifiuti da presentare entro il 30 aprile,  va eseguita in kg.  o tonnellate.
  • Tenere sempre sotto controllo il rapporto delle quantità registrate in carico  e le quantità  giacenti in deposito,  esse devono corrispondere.
  • Il peso di ogni singolo rifiuto in uscita (scarico) generalmente è indicativo ed è soggetto a variazioni successivamente,  per questo vi consigliamo di annotare sul registro la dicitura "peso da verificare a destino" e una volta ricevuto i kg. esatti registrarlo accanto.   (utilizzare spazio annotazioni) 
  • Per produttori di rifiuti speciali che non superano i quantitativi limite previsti,  è  assolutamente  obbligatorio "scaricare" i rifiuti annotati in carico entro e NON oltre 1 anno dalla data di carico, esempio; se il 10 giugno 2020 abbiamo registrato 50 kg. di solvente esausto, questo dovrà essere scaricato (ritirato dall’azienda preposta) entro il 09 giugno 2021.
  • Per le aziende che variano la ragione sociale anche solo in modo parziale devono procurarsi un nuovo registro poichè la movimentazione dei riifuti caricati e scaricati sono di competenza dell’azienda che fino alla data della variazione ha esercitato l’attività,  si può continuare utilizzare lo stesso registro se la partita Iva,  indirizzo sede e nome azienda non sono modificati.
  • Importante !  il registro di carico e scarico dei rifiuti  se smarrito o irrecuperabile è determinante fare denuncia ai Carabinieri fornendo loro tutti i requisiti utili e procurarsi immediatamente un registro nuovo dove conservare una copia della denuncia eseguita.

 

Gestione dei rifiuti speciali in breve

  1. E’ assolutamente importante che ogni tipologia di rifiuto in stoccaggio in azienda  corrisponda alla quantità riportata sul registro.
    Esempio:  se abbiamo accumulato circa 10 kg. del CER 140603* questi devono corrispondere al totale dei carichi registrati sul libro di c/s
    vedi anche Art.183 comma 1 D.L.152/2006.
  2. Utilizzare lo spazio "annotazioni" per qualsiasi variazione modifica o informazione.
  3. Verificare i totali di ogni tipologia registrata relativo allo stoccaggio prima di eseguire lo smaltimento per una corretta registrazione di scarico.

 

Attenzione! Verificare sempre che i trasportatori e destinatari dei rifiuti a cui affidate lo smaltimento siano regolarmente autorizzati.

 

Gli enti preposti sono;

  • PER I TRASPORTATORI  ALBO GESTORI AMBIENTALI PRESSO LE CCIAA
  • PER I DESTINATARI LE PROVINCIE O COMUNI DI COMPETENZA.

Ricordiamo che in caso di cessione dei vostri rifiuti a soggetti Non autorizzati può comportare sanzioni penali molto  gravi per cui è  obbligatorio accertarsi della regolarità e validità documentale.

I Formulari di identificazione

I formulari possono essere emessi solo dal produttore o dal trasportatore altri soggetti Non sono autorizzati.

Ricordiamo che i formulari devono essere compilati con tutti i dati richiesti e che il peso verificato a destino deve essere sempre indicato in KG.

 

Dichiarazione periodica annuale
Relativa ad attività di carrozzeria/falegnameria o verniciatura in generaleoriginante emissioni in atmosfera
  • La scadenza di presentazione della comunicazione annuale è individuale, ogni azienda ha una propria data da rispettare. Fare attenzione a quella indicata nell’ autorizzazione e inserirla nella propria agenda di scadenze.
  • Rispettare il periodo di riferimento richiesto e non anticipare la spedizione ma entro e solo il termine indicato.
  • Se inviata con un solo giorno di ritardo può generare una sanzione importante. Pertanto questa dichiarazione deve avere la vostra massima attenzione !
  • Nel dispositivo dell’autorizzazione, sono indicati i limiti di durata dei carboni attivi installati nell’unità di abbattimento della vostra cabina di verniciatura. Importante rispettare le ore preposte di funzionalità ed è obbligatorio sostituire regolarmente sia i filtranti sintetici che i carboni attivi esauriti.  Su questo punto consigliamo di annotare da qualche parte il numero che riporta il contaore installato nella vostra cabina di verniciatura e la relativa data per avere sempre il controllo cronologico e regolare cambi dei filtri a carboni attivi e filtranti sintetici.
  • Verificate sempre la durata della vostra autorizzazione.
 
Info
Stampa

Iscriviti alla newsletter